Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa

Mercoledì, 07 Settembre 2016 08:49

Convegno "Il contributo dei georgiani alla Resistenza italiana" - 15 settembre

Giovedì 15 settembre alle ore 16.00, presso la Gipsoteca di Arte Antica (piazza S. Paolo all'Orto, 20), si terrà il convegno "Il contributo georgiano alla Resistenza italiana" curato da Tamila Gvelesiani & Claudio Cerrai dell'associazione Georgia for friends.

Programma della giornata:

Moderatore:
Prof. Aldo Baiocchi.
Interventi:
T. Gvelesiani & C. Cerrai: www.georgiaforfriends.it;
Massimo Marconcini: Cultore e Collezionista;
Mamuka Berdzenishvili: Giornalista Georgiano;
Bruno Possenti: Presidente A.N.P.I. Comitato Provinciale Pisa;
Anna Roberti: Scrittrice e Presidente Onorario Russkij Mir - Torino;
Serena Gianfaldoni: Presidente Ass. CULTURAE - Pisa;
Renata Bongiovanni: Presidente Ass. F.I.D.A.P.A. BPW - Pisa;
Patrizia Ciardi: Presidente Ass. DANNUNZIANA - Pisa.

Forse non tutti sanno che durante la Seconda Guerra Mondiale molti militari dell’Unione Sovietica furono fatti prigionieri dai tedeschi e costretti, con la forza, ad arruolarsi nella Wermacht e inviati, tra il 1943 e il 1944, all'estero, sui vari teatri di guerra, per combattere e/o lavorare.
Tra quei “soldati arruolati con la forza” ed inviati in Italia ve ne furono numerosi di nazionalità georgiana che, una volta sul nostro territorio, riuscirono a fuggire, spesso in maniera rocambolesca, andando ad ingrossare le fila delle formazioni partigiane italiane.
Il loro contributo, vista l’esperienza militare acquisita nell’Armata Rossa, e il loro sprezzo del pericolo fu preziosissimo per l’attività partigiana.
Della figura dei militari georgiani che dettero il loro contributo alla Resistenza Italiana, talvolta immolandosi in nome della loro “fede incrollabile nella libertà” e della valenza di questa pagina della nostra storia recente, se ne parlerà a Pisa giovedì 15 settembre alle ore 16.00 presso la Gipsoteca di Arte Antica di Piazza S. Paolo all’Orto al convegno organizzato da Tamila Gvelesiani e Claudio Cerrai.
L’evento, che ha richiesto un lunghissimo lavoro preparatorio, ha ricevuto il Patrocinio da parte dell’Ambasciata d’Italia in Georgia, dell’Ambasciata di Georgia in Italia, del Comune di Pisa, del Comune di Calci, del Comune georgiano di Signagi, dell’ANPI Sezione Provinciale di Pisa, dell’ANPI Sezione di Pisa, dell’Associazione Casa della Resistenza di Verbania, dell’Associazione Russkij Mir di Torino, dell’Associazione Culturae di Pisa, dell’Associazione F.I.D.A.P.A. BPW di Pisa e dell’Associazione Dannunziana di Pisa.
Il professore Aldo Baiocchi modererà gli interventi di Tamila Gvelesiani e Claudio Cerrai, che da anni organizzano eventi in favore della Repubblica di Georgia, e di Massimo Marconcini (cultore e collezionista), Mamuka Berdzenishvili (giornalista georgiano), Bruno Possenti (Presidente ANPI Comitato Provinciale Pisa), Serena Gianfaldoni (Ass. Culturae Pisa), Renata Bongiovanni (F.I.D.A.P.A. BPW Pisa), Patrizia Ciardi (Dannunziana Pisa) e della scrittrice Anna Roberti (Presidente Onorario Russkij Mir di Torino, ed autrice del libro “Dal recupero dei corpi al recupero della memoria”).
Parlare e scrivere della Resistenza è sempre un’ottima occasione per non dimenticare mai che la libertà è stata una conquista assai costosa, e che ancora oggi è un “bene prezioso” da “coltivare” e da non dare mai per “scontato”.

 

fb